Mehta Zubin

Nato da una famiglia aristocratica indiana parsi a Bombay (oggi Mumbai), Zubin studiò al liceo Santa Maria a Mazagoan, Bombay. Inizialmente attratto dagli studi in medicina, decise poi di studiare musica e all’età di diciotto anni si recò a Vienna, dove seguì i famosi corsi di perfezionamento del maestro Hans Swarowsky, frequentati in quel periodo anche dal direttore d’orchestra Claudio Abbado e dal pianista e direttore Daniel Barenboim.

Nel 1958 debuttò a Vienna come direttore d’orchestra e nello stesso anno vinse il Concorso internazionale di direzione d’orchestra di Liverpool e divenne assistente direttore presso la Royal Liverpool Philharmonic Orchestra.

 

Diviene direttore musicale della Montreal Symphony Orchestra nel 1960, posto che tenne sino al 1967.
Seguirono altri prestigiosi incarichi: è stato direttore musicale della Los Angeles Philharmonic Orchestra tra il 1962 e il 1978, anno in cui divenne direttore della New York Philharmonic, mantenendo l’incarico sino al 1991
La sua collaborazione con la Israel Philharmonic Orchestra, iniziata nel 1969 come consigliere musicale, lo ha portato al ruolo di direttore musicale nel 1977, incarico conferito a vita nel 1981.

Nel 1990 diresse l’orchestra del Maggio musicale fiorentino e l’orchestra del Teatro dell’Opera di Roma nel primo concerto dei Tre Tenori (José Carreras, Plácido Domingo e Luciano Pavarotti) a Roma, Tra il 1998 e il 2006 ha ricoperto l’incarico di direttore musicale della Bavarian State Opera di Monaco di Baviera. È inoltre direttore onorario della Munich Philharmonic Orchestra. Dal 1986 è direttore principale dell’orchestra del Maggio Musicale Fiorentino (nel 2006 ne è divenuto direttore onorario a vita),
Mehta ha diretto il Concerto di Capodanno di Vienna negli anni 1990, 1995, 1998 e 2007. Dal 2005 è direttore principale (insieme a Lorin Maazel) del nuovo teatro dell’opera della Ciutat de les Arts i les Ciències di Valencia.

Zubin Mehta è particolarmente noto per le sue interpretazioni del repertorio tardo-romantico e di compositori come Anton Bruckner, Richard Strauss e Gustav Mahler. Eccezionali anche i suoi risultati con la musica a cavallo tra ‘800 e ‘900, e fondamentale il suo lavoro su Schönberg. Da non sottovalutare il suo lavoro sulle opere di Giuseppe Verdi,. Interessante il suo lavoro su Richard Wagner (specie del Ring des Nibelungen che ha eseguito spessissimo in teatro), da lui interpretato in modo caldo e sentimentale.

Visualizzazione di 1-12 di 47 risultati

Visualizzazione di 1-12 di 47 risultati