Der Ring des Nibelungen

PDFPrintEmail
Der Ring des Nibelungen Roma 1969
Description

Le orchestre RAI, in quegli anni, erano abituate a grandi direttori, e anche in questo caso non deludono, con un suono pieno, vibrante e appassionato, sotto il testimone di Wolfgang Sawallisch che con tempi rapidi e mai statici offre molto più leggendo vicino ad un Karajan che ad un Furtwängler; evitare un po ' di noia a Siegfried, il Rheingold è splendidamente giocato, così come Walküre, il cui finale, grazie ad uno straordinario Theo Adamo, che toglie il ruolo di Dio per diventare un padre amorevole, è uno dei momenti più alti, non solo della discografia dal vivo (è grazie a edizioni come questa che la documentazione delle registrazioni dal vivo non solo ha senso, ma è un capitolo indispensabile per qualsiasi appassionato di opera) ma di tutta l'interpretazione della storia del disco. Il cast è il migliore che si possa assemblare all'epoca. Theo Adam è uno straordinario Wotan, con mille inflessioni e un frasing sempre accurato ed elegante; la coppia Cox-Kniplova sono eccellenti, quest'ultima una piacevole sorpresa, che sa alternare ottimi pianissimi con scatti di vehement degno della figlia di un Dio ; eccellente Dominguez nel ruolo di Erda, Tipton (Donner) e Janis Martin (Fricka); Erwin Wohlfart rende Mime una figura mai caricaturata; Herbert Schachtschneider eccellente Loge, che non si rammarico della presenza di Gerhard Stolze. Tra le Valchirie c'è la straordinaria presenza di Irene Dalis, che interpreta anche Waltraute; buona prova di Hillebrecht. Versare accurata, rispetto ad altre edizioni circolanti, buon rapporto cantanti / orchestra

Filippo Galli

puoi trovare l'intero anello ai seguenti codici di questo set CODEC:
Wagner 0169
Wagner 0170
Wagner 0171
Wagner 0172

 

 

The RAI orchestras, in those years, were accustomed to great conductors, and also in this case they do not disappoint, with a full, vibrant and passionate sound, under the baton of Wolfgang Sawallisch who with rapid and never static times offers a much more reading close to a Karajan than to a Furtwängler; avoid some boredom in Siegfried, the Rheingold is beautifully played, as well as Walküre, whose finale, thanks to an extraordinary Theo Adam, who takes off the role of God to become a loving father, is one of the highest moments, not only of the live discography (it is thanks to editions like this that the documentation of live recordings not only makes sense, but is an indispensable chapter for any opera enthusiast) but of all the interpretation of the history of the disc. The cast is the best that could be assembled at the time. Theo Adam is an extraordinary Wotan, with a thousand inflections and an always accurate and elegant phrasing; the Cox-Kniplova couple are excellent, the latter a pleasant surprise, which knows how to alternate excellent pianissimi with vehement shots worthy of the daughter of a God; excellent Dominguez in the role of Erda, Tipton (Donner) and Janis Martin (Fricka); Erwin Wohlfart makes Mime a never caricatured figure; Herbert Schachtschneider excellent Loge, who does not regret the presence of Gerhard Stolze. Among the Valkyries there is the extraordinary presence of Irene Dalis, who also plays Waltraute; good proof of Hillebrecht. Accurate pouring, compared to other circulating editions, good voices / orchestra ratio.

Filippo Galli

 

you can find the whole Ring at the following codes of this set site

CODEC: Wagner 0169

Wagner 0170

Wagner 0171

Wagner 0172

Carrello

 x 

Carrello vuoto